Via M. Fanti, 17
10128 Torino

CENNI STORICI

Da un’idea del Dott. Dagoberto Brion, con l’appoggio dell’Unione Industriale di Torino e dell’AMMA (Aziende Meccaniche Meccatroniche Associate), nell’ottobre del 1977 inizia la sua attività il Club Dirigenti Tecnici, con l’obiettivo di aggregare intorno a temi di comune esperienza le figure che all’interno delle Aziende svolgono “ funzioni tecniche “.

Il primo presidente, Ing. Giorgio Guillaume (1978 - 1983), raccoglie intorno a sé l’entusiasmo di un assortito gruppo di Tecnici di diversi settori industriali ed inizia a sviluppare una serie di iniziative che hanno come filo conduttore la trasformazione del processo produttivo in atto in quegli anni: di questa trasformazione il Dirigente di area tecnica necessariamente un protagonista assoluto. 
Nel volgere di pochi anni il Club Dirigenti Tecnici incontra personaggi, già importanti allora, ma che negli anni a venire avrebbero svolto un ruolo straordinariamente significativo nella vita economica e produttiva del nostro Paese: Ing. Nicola Tuffarelli, Ing. Sergio Pininfarina, Prof. Tullio Regge, Ing. Mauro Forghieri e Dott. Piero Angela, per citarne alcuni. 

Il secondo presidente, Ing. Paolo Caccamo (1984 - 1989), senza abbandonare la sua peculiare cultura tecnica, si apre ad altre culture e ad altri mondi. In questi anni si sperimenta un po’ di tutto e le iniziative del Club spaziano dalla stratosfera agli abissi (incontro con Jacques Piccard, esploratore ed ingegnere svizzero), dai temi finanziari (incontro con il Dott. Cesare Romiti) ai temi scientifici nel senso più stretto del termine ( incontro con il Rettore del Politecnico di Torino Prof. Rodolfo Zich). Ma il Club non si ferma lì: imbocca decisamente la via della diversificazione e offre ai Suoi Soci incontri alla scoperta dell’arte e della comunicazione.

Con il terzo presidente, Ing. Giulio Data (1990 - 1995), il Club accompagna con attenzione questa nuova fase di sviluppo e molte volte se ne fa promotore, attraverso le sue molteplici iniziative 
Il Dirigente Tecnico scopre in quegli anni anche di essere in una posizione privilegiata per regolare lo sviluppo delle tecnologie secondo istanze che cominciano ad emergere prepotentemente:  
la sicurezza dell’ambiente di lavoro e dell’ambiente in generale.

Il quarto presidente, Ing. Roberto Sbardolini (1996 - 2001), raccoglie il tema “ sicurezza ed ambiente “ e lo collega, arricchendolo, al tema della normativa e della regolamentazione. 
E’ il momento in cui si sviluppa quel poderoso corpus di norme e regolamenti che sfoceranno nei sistemi di “ Gestione della Qualità “ che da quegli anni compare anche nei comuni discorsi. 
Agli inizi degli anni 2000 due altre parole stanno diventando familiari: globalizzazione ed innovazione. 
Scopriamo allora, che proprio a Torino è radicata un’industria simbolo di questi nuovi scenari: Alenia Spazio.

Il quinto presidente, Ing. Mario Boschetti (2002 - 2007), e tutto il Consiglio Direttivo del Club Dirigenti Tecnici creano con questa straordinaria realtà tecnologica ed industriale un intenso scambio di iniziative volte a far conoscere quanto di eccezionalmente nuovo e proiettato nel futuro si sta costruendo nella nostra Torino. 
Il Club esplora anche altri fronti: stringe rapporti con il Politecnico presentando l’attività dei Laboratori di meccanica, materiali e nanotecnologie; organizza incontri sulle energie alternative: fotovoltaico ed idrogeno.
In questo ultimo periodo il Club Dirigenti Tecnici si apre maggiormente verso l’esterno, partecipando con gli altri Club dell’Unione Industriale al Premio “Premio Odisseo”, che si propone di dare un riconoscimento annuale a Manager ed Industrie che hanno ottenuto brillanti risultati in ricerca ed innovazione nei settori: Tecnico, Marketing, Comunicazione, Elaborazione dati, Acquisti, Amministrazione e Finanza. 

Nell’edizione 2007 il candidato presentato dal nostro Club, Comandante Ing. Maurizio Cheli, astronauta e capo dei piloti collaudatori dell’Alenia Aeronautica, vince il “Superpremio per l’interfunzionalità “.

Il sesto presidente, Ing. Giuseppe Del Popolo (2008 - 2011), prosegue nell’attività dei Suoi predecessori e, con la collaborazione del Consiglio Direttivo e della Commissione Sviluppo professionale del Club, intrattiene rapporti stabili con il Centro Ricerche Fiat. 
All’ing. Nevio di Giusto – Amministratore delegato del CRF, il Direttivo del Club assegna all’unanimità l’Attestato di Socio Onorario del CDT; attestato che Gli viene consegnato dal presidente del Club in occasione di un incontro con visita ai Laboratori ed alle Aree Tecnologiche del CRF: Powertrain Research & Technologies, Micro & Nanotecnologie, Realtà virtuale. 
L’esposizione dell’Arte antica cinese “ Il Celeste Impero” è occasione per indire una conferenza sulla economia e sulla influenza nei ns. mercati dei prodotti cinesi, dal titolo “ il Ritorno del Dragone “ ; ne è conferenziere Ing. Appendino della Prima Industrie, azienda leader nel settore delle macchine laser e di lavorazione lamiera. 
Nuove sfide e nuove iniziative attendono il Club in un momento di grande crisi internazionale e di trasformazione del mondo produttivo che vede in crisi tutto il comparto industriale legato al settore automotive.

La linea guida del settimo presidente CDT Luciano Santoro ( 2012-2015), coadiuvato dal Consiglio Direttivo, è stata caratterizzata da una rilevante azione volta alla diffusione della conoscenza del Club nel sistema culturale, professionale ed istituzionale piemontese.
Oltre, infatti, alle iniziative di natura tradizionalmente tecnica, sono stati realizzati importanti incontri ed eventi, tra i quali la presentazione delle peculiarità professionali del Club al Presidente della Regione Piemonte ed al Sindaco della Città Metropolitana di Torino, le riviste semestrali ed i Convegni organizzati in collaborazione con la Facoltà di Economia e Commercio ed il - Dipartimento di Management, Sezione Economia e Direzione delle Imprese.
Vanno citati per il loro successo i nuovi proficui coinvolgimenti di cooperazione con l’AMMA, l’Unione Industriale di Torino ed i Club Professionali che ne fanno parte (INTERCLUB), con diffusi riconoscimenti per i contributi apportati. Si ricordano altresì, in termini anche di partecipazione, il Progetto “Action” con MESAP e Piccola Industria per la diffusione di metodologie e tecnologie innovative, così come le Conferenze su “Mobilità Elettrica”, “Energie Alternative”, “ Lo spazio al servizio dei cittadini”, “Sviluppi a medio e lungo termine dell’Auto”.
Delle numerose visite, ospitati dai top management, si citano in particolare quelle al “ Molecular Biotechnology Center”, al “Centro Ricerche Fiat”, allo stabilimento Prima Industrie, alla Maserati, alla RAI ed alla TRM.
Particolarmente importante per il Club è stato il completo rinnovo del sito internet in termini di attualità e di gestione dei contenuti.
Significativo successo ha raccolto l’iniziativa dei Concerti di Natale, in collaborazione con il Presidente del Club Duemila Luciano Santoro, che ha visto una notevole presenza di personalità dirigenziali del panorama culturale ed imprenditoriale regionale.

COME ISCRIVERSI

Tramite l’iscrizione acquisisci contatti professionali ed interpersonali

iscriviti

CONVENZIONI per gli associati

Il CDT offre ai propri Soci la possibilità di usufruire di condizioni molto vantaggiose con le Aziende convenzionate...

convenzioni

richiesta informazioni

ACCESSO AREA RISERVATA

Club Dirigenti Tecnici - Torino

Password smarrita?

Recupero password